Passa ai contenuti principali

FRUGALE O SEMPLICEMENE ATTENTA AI CONTI?

Già mi sto gustando la sveglia tardiva di sabato prossimo e per prossimo non intendo domani intendo proprio sabato 20, in quanto questa settimana non solo lavoro in autoscuola no, mi sono offerta di lavorare questo week end al bar con un torneo di scherma e con tanti tanti iscritti (tra atleti ed accompagnatori credo saremo sulle 5000 persone) credo proprio che passerò il weekend nella cucinetta del bar...nel frattempo ho iniziato ad usare il kakebo...ora io solitamente per segnare le uscite e le entrate utilizzavo il quaderno Cassa di Buffetti., che ho terminato di riempire fino all'ultima pagina il 10/01/2018....mentre qui con questo quaderno dei conti di casa, si c'è la divisione settimanale ma ciò che trovo ancora un pò complicato è suddividere le spese o meglio suddividerle come vuole lui...per me la coccola al bar fa parte delle spese giornaliere-si ho deciso di diminuire le coccole settimanali al bar ma se non lavoro il sabato vado al bar del mio amico Ale, lo dico e lo ripeto se un amico decide di avviare un'attività va aiutato e finanziato con qualche euro ogni volta se ne ha la possibilità- così come la benzina per me rientra nella categoria necessità primarie, per il quaderno no...quindi sto ancora capendo bene come utilizzare questo quaderno al meglio...

Detto ciò ieri ho visto un paio di video su youtube molto interessanti, sul non andare al supermercato e risparmiare, alcune idee sono molto utili e risparmiose altre boh...io non mi sento di giudicare malamente chi scegli la via dell'auto-produzione, anzi ha tutta la mia stima...io le ammiro perchè anche se volessi molto spesso mi manca neanche il tempo, mi manca proprio la pazienza-oddio anche il tempo ma più la pazienza lo ammetto...però visto che da Gennaio sono in una personale missione risparmio credo che qualche cosa la copierò...solo che leggendo i commenti sotto i video ho letto un sacco di commenti negativi, eppure se uno ci pensa molte  cose sono riprese dai cosidetti RImedi della nonna:D


Se non avete mai letto il blog Vita frugale, fatelo subito...qualche tempo fa la mia attenzione è caduta su un post in cui si chiarivano le differenze tra una persona normale che cerca di risparmiare qua e là e una persona frugale che cerca di limare tutto all'osso: Vi riporto il post in questione con i miei commenti in rosso

Siete veramente frugali?

Vi identificate realmente con lo stile di vita frugale o semplicemente state attenti alle spese per risparmiare qua e là? Avete la necessità e il desiderio di accaparrarvi una buona offerta per una soddisfazione personale o siete votati ad una vita semplice e parsimoniosa che tocchi tutte le aree della vostra vita? Questo post non deve essere preso come discriminatorio, perché in effetti ho sempre detto che ognuno ha il suo modo di essere frugale. Ma con esso vorrei suscitare una considerazione più profonda di cosa possa significare vivere frugalmente… vediamo quindi di scoprirlo: come si comporta una persona frugale rispetto ad una persona “normale”?


  1. Una persona normale guarda il prezzo più basso di una cosa e paga il prezzo normale se non trova altro. Una persona frugale aspetta i saldi prima di comprare qualcosa. Rientro nella categoria normale ma posso suggerire di guardare negli scaffali in alto e in basso che spesso hanno le offerte migliori e spesso comprare la marca del supermercato o discount invece di prodotti firmati aiutano il portafoglio senza scalfire il gusto...forse la mia categoria è a metà tra il normale e il frugale
  2. Una persona normale sa cosa c’è per cena oggi e forse domani, ma poi basta. Una persona frugale pianifica il menù per un intero mese e usa tutto ciò che ha in casa. Uso tutto ciò che ho in casa ma al massimo arrivo al menù settimanale...ammiro chi riesce a decidere e seguire il planning per un intero mese direi categoria normale
  3. Una persona normale ha forse un’idea di quanto vuole spendere, ma non ha un sistema di controllo delle spese. Una persona frugale aggiorna il proprio budget regolarmente e sa sempre dove vanno i suoi soldi ogni giorno. In questi anni con budget day calcolatrice organizzazione e pianificazione segnando tutte le uscite tutti i giorni cercando di non sforare il budget, credo di essere diventata frugale ma onestamente consiglierei a tutti di segnare le uscite giornaliere
  4. Una persona normale non ha problemi a comprare a rate (contraendo un debito) se desidera fortemente qualcosa. Una persona frugale capisce che il debito non è mai la risposta giusta, anche se l’oggetto da acquistare è considerato una necessità.Lo ammetto ora che sono debt free intendo rimanerci per molto...però lo dico e lo posso anche firmare l'unico debito che credo possa valere la pena è il mutuo per la casa
  5. Una persona normale a volte confonde ciò che vuole con ciò che necessita. Una persona frugale sa sempre la differenza tra volere e avere bisogno. Onestamente finchè non ci si da delle regole è difficile capire le differenze tra voglia e necessità...forse in questo sono frugale anche se lo ammetto nelle librerie spesso i miei buoni propositi vanno a farsi benedire
  6. Una persona normale cerca di trovare delle buone offerte per le vacanze e si adatta a ciò che trova. Una persona frugale mette i soldi da parte prima di andare in vacanza più un extra per eventuali spese accessorie. Lo ammetto fossi ricca da far schifo ogni venerdì sera sarei in aeroporto con il trolley, ma visto che non sono ricca ma ho uno stipendio normale, oltre al fondo emergenze sto mettendo da parte un pò di soldi da destinare ad un viaggio, ance se ho in mente una determinata meta, vedrò se possibile con la somma raggiunta, quin categoria persone normali
  7. Una persona normale, pur non volendo spendere troppo per le utenze, non dà tanto peso ai bollettini. Una persona frugale controlla attentamente i bollettini delle utenze da pagare e cerca sempre dei modi per abbassarne l’importo. Rientro pienamente nella Categoria persone normali
  8. Una persona normale paga il minimo mensile per la rata del suo debito. Una persona frugale finisce di pagare un debito rapidamente, aumentando la rata il più possibile. Rientro nella categoria persone normali, ho pagato il debito pagando la rata normale e ora sono DEBT FREE e intendo rimanerci per un bel pò...
  9. Una persona normale può avere qualche soldo da parte ma una grande emergenza potrebbe portarla in rosso. Una persona frugale ha messo da parte un fondo per le emergenze e vi versa un minimo regolarmente. Fino a qualche anno fa rientravo nella categoria persona normale con un fondo emergenza quasi vuoto, poi ho risparmiato e un gruzzoletto c'è anche se le ultime due estati è stato ridotto all'osso e ora lo sto ricostruendo...però non credo di essere ancora nella categoria frugale frugale sono più una persona normale ma attenta
  10. Una persona frugale mangia molti cibi precotti, anche acquistati in offerta. Una persona frugale cucina pietanze fatte in casa. Cibi precotti a casa mia molto pochi e ammetto che nonostante abbia detto di volermi tenere alla larga dalle librerie sto decidendo se per fine mese regalarmi il libro di Lisa Casali "Auto produzione in cucina". A casa mia non si è mai sprecato niente:P
  11. Una persona normale usa buoni spesa se ne ha l’occasione. Una persona frugale usa buoni spesa, saldi, app di risparmio e conosce il prezzo per unità di ogni cosa che compra per risparmiare al massimo. I buoni sconti o meglio i cupons si usano in maniera differente in Italia, onestamente li uso poco e solo se ne ho per cose che sono presenti nella mia lista della spesa...
  12. Una persona normale acquista ciò che le serve. Una persona frugale autoproduce tutto ciò che può, con il tempo che ha a disposizione. Compro solo ciò che mi serve e lo dico io, chi si auto produce tutto lo ammiro io anche avendo un pò di tempo, tipo il week end, non ho la pazienza, ma quest'anno ho deciso di provare a creare...work in progress
  13. Una persona normale ha un giardino e un balcone fioriti. Una persona frugale coltiva un orticello o utilizza il suo balcone per produrre erbe o piccoli ortaggi. Con il mio pollice nero morirebbe praticamente tutto, in più il mio appartamento è posto al lato nord quindi il sole batte poco anche sul balcone, ma giuro se avessi giardino e sole tenterei più volte di avere un mini orto di piante aromatiche e verdure...prima o poi ci riuscirò:P


Tutti questi punti sono quasi luoghi comuni della frugalità, ma non è uno scherzo metterli davvero in pratica. Molti di essi necessitano del tempo che non tutti hanno, e ribadisco che ognuno, con il suo carattere, i suoi mezzi e il suo tempo, trova il suo modo di essere frugale. Ma questa lista ci può aiutare a misurare noi stessi e a valutare cosa possiamo fare in più, cosa potremmo cambiare, perché la vita frugale è uno stile di vita, una mentalità che ci porta a vedere le cose sempre da un punto di vista di semplicità, convenienza e direi anche libertà.

E voi riuscireste a vivere senza supermercato e auto-produrvi tutto? io no lo dico sinceramente ma qualcosa quest'anno voglio provare ad autoprodurla pure io, vi terrò aggiornati sia per i progressi che insuccessi e non so perchè ma penso che i secondi saranno la maggioranza

Commenti

  1. Vabbè premesso che non ho nulla contro chi vuol vivere in questo odo, a me sinceramente pare un'esagerazione, almeno tanto quanto chi butta tutti i soldi dalla finestra comprando a rate qualunque stupidaggine gli passi sotto il naso.
    Insomma alcuni punti sono senz'altro giusti e decisamente condivisibili (come avere dei fondi in caso di necessità, evitare di accollarsi debiti e stabilire un fondo per le vacanze) ma altri mi sembrano assurdi!
    Insomma, è vero che tante cose non sono necessarie, ma mica si vive solo di necessità! Se no a questo punto vai a fare l'eremita sull'everest e ti saluto!
    Ma poi chi cavolo ce l'ha il tempo e le capacità di autoprodurre tutto? Prendi ad es, i prodotti beuty: che fai, te li autoproduci o vai al risparmio? In entrambi i casi mi sembrerebbe una scelta richiosetta visto che te li metti sulla pelle che assorbirà la maggior parte delle sostanze che contengono.
    E' vero che ci sono maschere facili ed efficaci che si possono fare con quello che si ha in casa (io sono la prima a farle spesso e volentieri), ma che fai, la crema solare o il dentifricio te li autoproduci o prendi quelli del discount che poi ti ritrovi ustionata o con qualche malattia ai denti?
    Insomma, come ho detto, i principi sarebbero pure validi, ma qui mi pare un'esagerazione, no? ^^
    Baci!
    S
    https://s-fashion-avenue.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà io non ho nulla contro chi decide di autoprodursi tutto, ovviamente io ho poco tempo però se uno ci pensa bene i prodotti di Lush sono a base prettamente naturale e ci sono anche marche che usano solo prodotti naturali e vegetali e non costano neanche poco. Quest'anno vorrei provare ad autoprodurre delle saponette ma ci credi se ti dico che ancora non ho trovato tempo per fare qualcosa ? Io sono a metà tra il frugale e la persona normale, ovvero nel fare la spesa e cucinare non butto via niente, infatti ogni volta che sento servizi su come risparmiare in cucina guardo mia mamma e le dico che potrebbe fare la maestra...per alcune cose (detersivi, dentifricio) preferisco spendere un pò di più ma ho ottimi risultati nel lungo raggio...comunque si non è che si vive di sole necessità...o meglio è una scelta...non è che i libri siano un bene primario ma sono delle coccole per il cervello....secondo me tutto portato a livello esagerato è sbagliato...però ripeto ho preferito le due donne del video rispetto ai protagonisti di estreme cheapskates li si sfiora il pericoloso...cerca su youtube e poi mi dici...

      Elimina
  2. Even i feel i am in between Normal and Frugal . Saving matters.
    https://clickbystyle.blogspot.in/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In my personal opinion savings are important but is possible also have a good social and full life low cost, I proved and I'm still proving it to some of my friends that said "it is a mission impossible"...

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

VALERIO'S INTERVIEW

Era da un pò che mi frullava in testa l'idea di intervistare amici di blog e amici di altri campi e, tenere queste interviste almeno una volta al mese. Ho iniziato con Silvia (la sua intervista qui) ed ora è il turno di Valerio, ragazzo affascinante e simpatico (dico io) con qualche capello bianco (dice lui), ora noi è da Febbraio che proviamo a organizzarci per un caffè ma ancora non ci siamo riusciti, così se all'inizio pensavo di fare questa intervista di fronte ad una tazza di caffè reale, per ora ce lo prendiamo virtualmente...Valerio è stato carinissimo e disponibile, nonostante i suoi miliardi di impegni...ovviamente in rosso i miei commenti
Iniziamo con l'intervista:
Presentati (nome, data di nascita, professione,studi passioni, hobbies) Mi chiamo Valerio Chibbaro, nato a Roma il 08/08/1982 e tra poco compirò ben 35 anni.  Quindi mi tocca farti un regalo che ti darò ...uhm...boh...a Natale?Dai dai che l'uomo acquista in fascino con età e capelli grigi, George Clone…

INTERVIEW: UN GIOIELLO DI RAGAZZO

Sto preparando diverse interviste per il blog, di amici e persone che ho trovato interessanti ed ho voluto approfondire la conoscenza, perchè ammettiamolo spesso anche se non ci si conosce personalmente attraverso commenti su commenti si scoprono un sacco di affinità...ora mi sto concentrando su lavori e scelte di vita (se non avete letto l'intervista di Lucia fatelo ora cliccando QUI ) particolari...ad esempio questa intervista è nata a forza di guardare le sue creazioni...oh son pur sempre donna e mi piacciono le cose belle in più ho una passione per gli anelli e Paco fa creazioni bellissime...della serie io sbavo ad ogni singola foto nuova e devo decidere cosa auto-regalarmi per Natale...un ragazzo giovane di grande talento e secondo me pure simpatico, pur non conoscendolo personalmente la sua faccia mi ispira simpatia...allora gli ho spedito una email o meglio una serie di domande tramite FB e vi giuro solo nel leggere le risposte ho sorriso tantissimo...ovviamente in rosso tr…

CHIOSTRO DEL BRAMANTE: ENJOY

Se ci siete stati sapete di cosa parlo, se non ci siete andati MUOVETEVI avete tempo fino al 25 febbraio per visitare la mostra ENJOY al Chiostro del Bramante...durante la mia ultima gita a Roma insieme alla mia amica Samantha l'abbiamo visitata, veramente carina...il Chiostro del bramante è sempre una garanzia...
Ok nel corridoio tre qualche domanda me la sono posta e non chiedetemi perchè ma l'ho paragonata al Grande fratello, effettivamente questa super connessione ci porta a spiare ed essere spiati...si possono fare foto e al piano di sopra c'è una stanza piena di palloncini-più per i bambini ed io soffrendo di claustrofobia ma neanche se mi paghi-ed una super mega poltrona e un super mega cappello (credo di aver fatto una foto), sono una che durante le mostre il cellulare lo lascia in tasca, sono concentrata sulla mostra e sull'audioguida....ho o meglio abbiamo scelto "l'età della serietà apparente"...sempre che ricordo bene il nome, che ho una memori…