Passa ai contenuti principali

UN NERVO PER CAPELLO

E' lunedì ed io vengo da un'intensa settimana di lavoro, come ho scritto in un post AAA cercasi pazienza senza limiti, anche perchè se avessi la forza potrei fare una strage...allora qualche mese fa al sesto piano si è rotto un tubo e siamo stati tutta la mattina senza riscaldamento, poi hanno aggiustato, gli operai sono venuti a fare le foto per vedere i danni e stop( il danno è strutturale quindi noi non dobbiamo pagare nulla). Una settimana fa gli operai tornano per vedere di che colore devono ridipingere le pareti, si accordano con mia madre il martedì per il mercoledì mattina....Allora tu che fai? La sera prima togli dalla cucina il tavolo e varie cose per agevolare il lavoro-il gatto anziano non è stato molto d'accordo su questo cambiamento...poi il mercoledì mattina vengono e dicono che devono fare quella del secondo piano perchè la signora deve uscire....abbozzi visto che hanno detto che più tardi venivano, alle 11 non si vede nessuno, alle 14 noi dovevamo partie tutti per motivi lavorativi e impegni personali...salgo e l signora del secondo dice che deve uscire alle 15...poi dici che non ti incazzi, ok la signora ha il marito sulla sedia a rotelle ma noi pure abbiamo i nostri problemi solo che non rompiamo le palle e comunque la casa del piano di sopra è un museo asettico in cui hai pure paura di sederti...così l'imbianchino rumeno (che l'italiano lo parla poco e male) chiama il suo capo e io parlo con il capo dicendo "oggi alle 14 partiamo tutti, domani posso prendere un giorno di permesso, ma oggi no"...la mattina vengono e dicono che devono finire la signora del secondo (respiri profondi)...ma scopriamo che non solo hanno fatto il secondo piano ma anche il terzo...e allora mi stai prendendo per il culo...mia madre si è così innervosita che ha fatto prima ad uscire...loro dicevano che il nostro era un lungo lavoro, così mi sono presa due giorni dal call center (non è che sia stata una tragedia farlo) sono venuti alle 11 e hanno passato qualcosa, sono ripartiti alle 11.50 e poi sono tornati nel pomeriggio alle 15,24...io mi aspettavo mi dicessero che dovevano tornare lì'indomani e invece alle 16.34 avevano finito...il LUNGO LAVORO E' DURATO 2 ORE....vabbè almeno hanno finito....

Weekend lavorativo al bar con il torneo FURBISH, così soprannominato da me e una collega (che questo torneo non c'era) perchè ordinano le cose e poi se le fanno fregare da altri un pò più svegli, Ma una cosa che detesto dei clienti del bar è il continuo sbattere la moneta sul bancone, cioè è un rumore che non sopporto proprio ed ho pensato a molti modi per farla ingoiare, ma mi sono limitata al pensiero e basta. Comunque questo weekend lo ho sentito ed ho sentito la mancanza delle mie colleghe classiche, ma dato che una veniva più tardi e gli atleti erano tantissimi, si è dovuta chiamare gente nuova, ma io ad un certo punto sudavo dalla testa alla punta dei piedi perchè:

  • sono l'unica che resiste alle alte temperature della cucina
  • ma mia cugina-che è la responsabile del bar- mi chiamava continuamente, quindi non riuscivo a fare tutto in cucina ma dovevo fare : cucina, cassa, caffè, succhi,cassa, cucina...ecco in questi momenti vorrei avere le mani allungabili tipo ispettore Gadget 
  • Ad un certo punto ho detto "O sto in cucina o sto davanti"...fortuna che è arrivata Manu alle 13 a darmi un pò il cambio...

Lo ammetto questo weekend avevo meno pazienza del solito poichè nel mio periodo, ci sono quei dieci giorni al mese tra il pre periodo e il periodo stesso in cui la pazienza è al di sotto del minimo e istinti omicidi a gogò,...credo che se commettesi reato mi darebbero le attenuanti:P...aggiungici clienti che non ti fanno un ordine tutto insieme, io non capisco se è tanto difficile dire "una focaccia/piadina con cotto e mozzarella, me la divide a metà?" tutto insieme, no si chiede prima una cosa e già che dal banco alla cucina (1 metro di distanza) non cambiano idea è già cosa buona, ma poi gli/le consegni l'ordine e solo allora si ricorda che la deve dividere, torni in cucina tagli e riesci e allora li il tocco di classe è: me la mette in un sacchetto che la porto via? no chiedere una cosa tutta insieme non è fattibile e il nome Furbish la dice lunga...

Stato attuale delle mie ossa super croccante, oggi torno alla mia routine con la passeggiata post pranzo con il cane, lavoro e relax serale casalingo, anche se devo vedere quando esce il film La Bella & la Bestia e organizzare serata con le ragazze....

E che questa settimana abbia inizio!!!

Commenti

  1. Caspita che week end, poverina!!! Sei uno dei pochi casi a cui il lunedì non fa così schifo eh?^^
    Purtroppo con gli operai comunque è sempre così, anzi che nel tuo condominio è già qualcosa che non si sono messi a litigare tra condomini che in quelle del complesso dove abito (e ti dico palazzine da 3 piani con 2 famiglie per piano)quando capitano queste cose partono le lettere degli avvocati...
    Alla fine siete riusciti a gestire tutto bene, seppur con qualche nervosismo, purtroppo alla fine la colpa è degli operai e di chi li dirige che non hanno idea di come si organizza un lavoro!
    Io a vedere la Bella e la Bestia ci vado domani con la mia migliore amica (ma se vuoi risparmiare ormai aspetta il primo mercoledì di Aprile così ci vai a 2 €, no?) ;)
    Baci!
    S
    https://s-fashion-avenue.blogspot.it/

    RispondiElimina
  2. Nervosismo ad alti livelli ma alla fine tutto è stato fatto e amen...quando ho il weekend impegnato con il bar non è così tragico il lunedi. ..per la bella e la bestia sono disposta a pagare anche di più 😉

    RispondiElimina
  3. Yes that's awful that people do not order everything at once! Why make your life more difficult??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Client is always right but there are some people that make decision in a long time while other people are waitin their turn...however this is a classic so it is part of my routine into work in the cafe

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

MY MONEY WEEKLY CHECK UP

VALERIO'S INTERVIEW

Era da un pò che mi frullava in testa l'idea di intervistare amici di blog e amici di altri campi e, tenere queste interviste almeno una volta al mese. Ho iniziato con Silvia (la sua intervista qui) ed ora è il turno di Valerio, ragazzo affascinante e simpatico (dico io) con qualche capello bianco (dice lui), ora noi è da Febbraio che proviamo a organizzarci per un caffè ma ancora non ci siamo riusciti, così se all'inizio pensavo di fare questa intervista di fronte ad una tazza di caffè reale, per ora ce lo prendiamo virtualmente...Valerio è stato carinissimo e disponibile, nonostante i suoi miliardi di impegni...ovviamente in rosso i miei commenti
Iniziamo con l'intervista:
Presentati (nome, data di nascita, professione,studi passioni, hobbies) Mi chiamo Valerio Chibbaro, nato a Roma il 08/08/1982 e tra poco compirò ben 35 anni.  Quindi mi tocca farti un regalo che ti darò ...uhm...boh...a Natale?Dai dai che l'uomo acquista in fascino con età e capelli grigi, George Clone…

SILVIA'S INTERVIEW

E' da un pò che ci penso vorrei intervistare alcuni dei blogger che mi piacciono e quindi questa è la prima intervista di una piccola serie... Oggi facciamo due chiacchiere virtuali con Silvia di S in Fashion Avenue (in rosso i miei commenti e le foto le ho "rubate" dal suo instagram:P)

Allora iniziamo, presentati:
Allora eccomi con le domande, cercherò di esser il più possibile stringata, anche se come ormai saprai non ho il dono della sintesi. Mi chiamo Silvia Negretti e vivo a Roma(io ormai sono innamorata di questa meravigliosa città e ora che so che abiti in un complesso tipo Merlose Place prima o poi mi autoinvito a casa tua per nuotare:P), ho un’infinità di hobbies, quindi citerò solo quelli che pratico più frequentemente: sport, disegno (ho una laurea in fashion design ed anche fatto dei lavoro come illustratrice di moda per alcune riviste)-trovo che sia un lavoro fighissimo-, viaggi, fotografia, lettura, danza, shopping (ovviamente ^^), una passione per animali, f…